domenica 29 aprile 2012

MARTIN MYSTèRE: Dal numero 1 al numero 320

Martin, Doc Robinson e i dietro le quinte “mysteriosi”


Tutto iniziò qui. 
Con queste 96 tavole in bianco e nero pubblicate nell'aprile del 1982
E, alla fine dei conti, vi dimostreremo che tutto si potrebbe ricondurre e concludere sempre parlando delle medesime tavole (seppur mutate sotto alcuni aspetti). Di cosa stiamo parlando? Scopriamolo insieme in questo breve viaggio audace alla scoperta del primo mitico episodio di Martin Mystère (del resto, per rigore cronologico, dopo aver parlato del n. 100 e del n. 200 era quantomeno scontato parlare....del n.1!).

domenica 22 aprile 2012

AVENGERS 1

e i Disegnatori più potenti della Terra!

Tutto cominciò da qui (Iron Man & i Vendicatori #35):


In questa bellissima doppia pagina illustrata dal grande Romita Jr. si vedono in sequenza le reazioni degli eroi che hanno appena ricevuto, da Capitan Steve Rogers, la "convocazione" nelle varie squadre di Vendicatori.
Ci sono gli increduli, ci sono gli onorati, ci sono i devoti, ci sono gli emozionati... e c'è Simon Williams-Wonder Man.

martedì 17 aprile 2012

i Maestri del fumetto: GIANNI SEDIOLI


Quattro chiacchiere con uno degli artisti più poliedrici del fumetto italiano


Artista completo e versatile, uomo disponibile e intelligente, 
Gianni Sedioli ci ha gentilmente concesso una lunga intervista sulla sua ormai ventennale carriera. Dagli esordi sul settimanale “Tiramolla”, passando per le sue esperienze di autoproduzione, fino alle epiche avventure bonelliane di “Zagor”. Audaci amici, eccovi le parole del nostro Audace amico Gianni: buona lettura!

giovedì 12 aprile 2012

NEMESIS


Cosa faresti se fossi ricco e cattivo?


Che poi non è tanto l'atrocità, la crudezza di certe scene...è la perversione, la premeditazione, l'attenzione ai dettagli che fanno la differenza.
Noi, a Mark Millar, vogliamo davvero tanto bene e il suo MillarWorld ci piace sempre di più. Questo universo parallelo dove gli eroi sono sempre molto poco eroi, dove i proiettili fanno veramente male, dove non ci sono scheletri di adamantio ma placche di metallo per arginare le fratture, dove il coraggio non è una dote di cui tutti, ma proprio tutti sono provvisti, dove sporcarsi le mani sembra la via più facile e preferibile da intraprendere.

lunedì 9 aprile 2012

KICK-ASS


la malinconica epopea di vite disadattate

Capita – nella vita delle persone – di viaggiare, è innegabile! Capita anche di lavorare (anche se oggigiorno non è molto semplice farlo)! Potrebbe capitare di dover viaggiare subito dopo aver finito di lavorare (l’ho fatto ogni fine settimana per oltre sei mesi)! Potrebbe anche capitare di andare a lavoro e che vi dicano – con vostra grande sorpresa – che quel giorno i vostri servigi non sono indispensabili e che, se volete, potete iniziare prima il vostro fine settimana (mi è capitato anche questo)! 
Per farla breve, sto trovando un modo per dirvi come sono arrivato alla lettura di “Kick-Ass”, l’opera di cui tra poche righe leggerete la mia recensione.

venerdì 6 aprile 2012

TEX MAGNUS


Il WA-ZA'M che accende la striscia in basso, a pagina 25, dà luce alla luce. E' lampo che oscura, nella mente, il buio sulla carta assente. La pioggia che attraversa sfondi e figure dove la storia comincia e finisce (qui annunciata da vento che muove polvere e pagine, quasi a sfogliarle), lascia segni di vita nel passaggio e rimbalzi e cerchi d'armonia in prossimità dell'impatto: piedi nudi vi danzano, e, a portata d'orecchio, risuonano. Bagnati. Un incanto.

giovedì 5 aprile 2012

FLASH, il lampo umano al servizio della giustizia e della scienza (Flash n.0)


Ci sono degli albi che dovrebbero far parte di ogni collezione che si rispetti, a prescindere dai gusti più o meno esterofili. 
Parlo di quelli in cui le storie sono deliziose e godibilissime, scritte e disegnate da grandi nomi del fumetto internazionale, con trame insieme semplici e geniali, quasi ingenue ma al tempo stesso irresistibili… Bene, l’albo che mi accingo a recensire è uno di questi: è uscito a gennaio 2012 e se ve lo siete perso tanto peggio per voi! Scherzi audaci a parte, questo numero zero (albo speciale da collezione) pubblicato dalla neonata RW Lion per pubblicizzare le sue nuove testate è davvero una scelta vincente: vengono presentate due storie del passato del velocista rosso che non presuppongono una dettagliata conoscenza pregressa e riescono a conquistare subito il lettore per la loro squisita bontà artistico - letteraria.

martedì 3 aprile 2012

30 ANNI DI MARTIN MYSTèRE: il numero 200

Che poi uno pensa: "sarà il solito albo a colori".
Come abbiamo già notato nel numero 100 della testata dedicata al detective dell'impossibile, Martin Mystère, nulla è da considerarsi "solito".
Continua perciò l'avventura di Castelli & Co. in casa Bonelli all'insegna della scienza e di soluzioni grafiche impossibili; e se l'albo numero 100 era dedicato appunto al colore, questo che andiamo a "sfogliare" insieme approfondisce in particolare il tema della luce, senza la quale, il colore non esisterebbe.

La storia è composta da quattro episodi legati tra loro da una storia di base che fa da "filo conduttore" tra essi, nei quali il buon vecchio zio Martin vive le sue avventure impossibili in epoche storiche diverse.