sabato 20 giugno 2015

Aveva l'inchiostro nelle vene - Episodio 1

La condizione di un fumettista sognante secondo Emilio Caccaman Battiato


Testi e disegni: Emilio Caccaman Battiato

Dopo tanti anni a parlare di fumetti, è arrivato il momento di passare all'azione: abbiamo finalmente il piacere e l'onore di pubblicare fumetti sul nostro blog.
Iniziamo con il gentilissimo e talentuoso Emilio Caccaman Battiato, autore di cui abbiamo trattato recentemente prima per Calibro 9 poi per il ritorno del Massacratore. Quella che vedete in alto è la 
prima di una serie di tavole che realizzerà in esclusiva per noiAveva l'inchiostro nelle vene narra in maniera autobiografica la sua condizione di fumettista sognante. È un format ideato da Caccaman come sfogo ai propri deliri, con l'intenzione di realizzarlo ogni due settimane (salvo imprevisti), alternandosi con un'altra sua opera, Killer CartOOn e con vari altri progetti in cantiere.

MAKING OF

Tra citazioni a Stan Lee e William Shakespeare, Emilio Caccaman ci racconta così la genesi di questa tavola: 
<<Valvola di sfogo, ha come punto di riferimento sempre il disegnatore "frustrato" chino al tavolo da disegno che di volta in volta parla con qualcuno, qualche proiezione onirica o figmento della mente. Tutto è un delirio senza uno stile definito, variando e alternando stili diversi. Una tavola realizzata in un unico giorno. Nulla appare per caso, neanche il "cattivo di turno": il suo nome o i suoi poteri o la sua vita c'entrano sempre con il senso (se lo si trova) del racconto. Nel primo numero appare il "Dottor Destino" e la tavola si chiude con una frase che è un po' legata al destino, presa in prestito da un grande della letteratura. Nascondo molte cose in questa tavola, alcune esplicite altre non esplicite (nulla di volgare o offensivo).
Vi do un esempio: il disegnatore in questione sono io, indosso la maglia del Massacratore e fra le pieghe della manica in basso spuntano confusi i miei gradi (sono un ex militare). Se appare un libro appariranno anche i miei autori preferiti, se ci sono giocattoli o action figures ci saranno sempre i miei personaggi fra di loro, se disegno qualcosa è attinente a un mio lavoro, indosso i guanti di Topolino... Il resto lo troverete da soli se aguzzate la vista!
Le tematiche son sempre rivolte al mondo del fumetto, allo sbattimento per realizzare tavole, ai costi (spesso miseri) e sempre rapportati ai tempi di realizzazione, alla corsa contro il tempo per consegnare tutto rispettando ogni scadenza (non a caso viene realizzato ogni 15 giorni in 10-12 ore max). 
Perché disegnarlo? Perché se non mi "sfogo" divento pazzo! Poi se piacerà o meno, questo sta a voi deciderlo.>>


200 TAVOLE

Venendo alla realtà oltre il (meta) fumetto, proviamo a fare un salto nello studio di Emilio Caccaman. L'autore ci rivela di avere davvero "200 tavole da consegnare entro dicembre" (come suggerito in Aveva l'inchiostro nelle vene, appunto). Scopriamole insieme:

- 64 tavole + studi per Calibro 9 volume 1 (in distribuzione nazionale a metà dicembre), Spectre Edizioni;
- 55 tavole circa + studi per Il Massacratore #2 (in distribuzione da Lucca Comics & Games 2015), Spectre Edizioni;
- 32 tavole almeno per Il sottotenente Lillibeo ed i suoi stupefacenti viaggi interstellari nel cosmo (uscita sempre per Lucca Comics & Games 2015) Crossover GangBang, Edizioni Pirata;
- 22 tavole per un progetto con consegna entro Settembre 2015;
- 20 tavole per un libro illustrato entro Ottobre 2015;
- 2 tavole copertine per albi a fumetti realizzati da altri.


WORK IN PROGRESS

Vi lasciamo con una serie di foto che riprendono le varie fasi di lavorazione della tavola da parte di Emilio Caccaman, in attesa (speriamo presto) di poter leggere il prossimo episodio!














Nessun commento:

Posta un commento