martedì 26 dicembre 2017

Il Racconto di Natale della Sirena

"Le storie d'amore non finiscono mai quando diciamo che sono finite"



Non c'è Natale senza un "Christmas Carol". Soltanto che questa volta non parliamo del racconto di Natale scritto da Dickens o delle riletture in chiave pop del suo racconto più famoso (ne è uscito anche uno dedicato a Batman, ne parlavamo qui), ma del "Racconto di Natale della Sirena", scritto, illustrato, stampato, incollato, timbrato, bollato e spedito da Alessandro Baronciani.
Se l'audacia fumettistica scorre potente in voi, avrete sicuramente letto di "Come svanire completamente". CSC è una vera e propria scatola di ricordi fatta di tanti piccoli episodi che, letti senza un ordine preciso, narrano una storia di amore profondo come il mare, una storia di gelo e vento, di sirene e della volontà di sparire (ne parliamo qui).
Dopo quasi un anno, la sirena ritorna con un nuovo ricordo. Non è un prequel, non un sequel, ma solo un ricordo da sommare a tutti gli altri già presenti nella grande scatola viola di CSC. Un ricordo legato al Natale, al freddo, ai sentimenti che non svaniscono come neve al sole, ai sogni e i desideri, ai silenzi che parlano e alle cose che restano, anche quando finiscono.

Questa volta però non c'è nessuna scatola, ma una busta da lettere completamente illustrata, ricca di dettagli e sorprese. Come l'adesivo che la tiene sigillata e piegata a metà nascondendo un "b-side" bellissimo. E poi il contenuto della busta con il libricino del ricordo e gli oggetti legati ad esso, quelli che lo hanno rievocato quando il protagonista li ha ritrovati in un cassetto, o nella tasca del cappotto. E un biglietto di auguri, dedicato a mano da Alessandro, con il nome del sostenitore del progetto che lo ha comprato on line, tramite il blog con il metodo "Adesso o mai più" (come per CSC).


Baronciani mantiene sempre un piede nell'autoproduzione, nonostante il successone ottenuto con Bao Publishing ripubblicando "Le ragazze nello studio di Munari", rimane fedele a se stesso e alle sue origini professionali, di quando spediva per posta al suo pubblico gli episodi delle sue storie a fumetti. Un approccio intimo, amichevole, che rende prezioso e speciale un progetto già di per se affascinante.

A chi si è perso le due pubblicazioni, Alessandro dice di non disperare. Sta studiando un modo per ripubblicarlo, ovviamente con delle sostanziali differenze che non tolgano valore alla prima edizione, ma che permetta a più persone di recuperare la storia ed entrare nel grande mondo della sirena che vorrebbe svanire.

Un magico regalo di Natale che, a differenza di tante cose nelle nostre vite, non svanirà facilmente perchè illuminato dall'attesa di altri ricordi che, col tempo, aggiungano dettagli ad una storia che non finisce necessariamente quando diciamo che sia finita.

Fosco 



Le immagini nel post sono di Alessandro Baronciani

Nessun commento:

Posta un commento